#tech

Come, non hai l’auto elettrica?

9/4/2021

 Il boom delle auto “blu”
Il boom delle auto “blu” Il 2021 sarà l’anno della propulsione elettrica con un boom delle auto elettriche rispetto ai modelli a benzina.

Sono 50.000 le auto elettriche attualmente in circolazione in Italia: un vero e proprio boom che vale la pena valutare. Ecco tutto quello che c’è da sapere in 8 punti che sono altrettanti numeri magici.

 SUV all'attacco
SUV all'attacco I crossover alti e spaziosi sono dotati ormai di batterie con maggiore autonomia.

5000 esemplari. Tanti ne ha venduti nel 2020 la Zoé di Renault che quindi vince a pieni voti su tutti gli altri modelli, cavalcando l’onda degli anni passati e sfruttando la lunga esperienza del costruttore francese nell’elettrico. Però sul segmento delle compatte troverà ormai competitor seri, tra cui la nuova 500e, la più immatricolata nel dicembre scorso. Altri challenger sono la Corsa-e, la versione “blu” della Peugeot 208 e soprattutto la regina del parcheggio, la Smart ForTwo.

Fiat 500e
Fiat 500e La nuova Fiat 500e è stata la più venduta tra le auto completamente elettriche a dicembre 2020. © Fiat

50 modelli in vendita nel 2021. Dalle piccole cittadine alle grandi sportive, oltre 27 marche (cioè, quasi tutte) propongono veicoli su tutta la gamma. La novità del 2021? I SUV. Con i progressi in termine di batterie e motori efficienti, i costruttori non esitano più a sviluppare modelli muscolosi e pesanti. Ben vengano, anche perché rappresentano la tipologia di auto più venduta e apprezzata nel segmento termico, e quindi la scommessa più sicura perché l’elettrico possa conquistare tutto il mercato.

2,8 secondi. Così la Porsche Taycan brucia lo 0-100 chilometri orari. Ma l’aspetto più folgorante non è l’accelerazione, no, la sorpresa vera è vedere Porsche, brand di punta della tecnologia a benzina, andare a sfidare Tesla sul segmento inventato proprio dalla pioniera californiana. L’azienda tedesca, ultima in battaglia, segna con questo primo modello Taycan il nuovo fronte del mercato automotive.

 Porsche prende posto
Porsche prende posto Con la sua Taycan 100 % elettrica, il costruttore tedesco punta sul segmento lusso e sport. © Porsche

6 per cento. Lo scorso dicembre, le elettriche hanno raggiunto questa quota delle vendite mai sperata, per un totale del 3% del mercato su tutto l’anno. Le immatricolazioni sono triplicate rispetto al 2019 e, per la prima volta, ci sono più elettriche che auto a metano. Tutto fa pensare a una crescita record anche nel 2021.

37.000 euro. Se l’utilitaria elettrica media costa ancora troppo rispetto alla sorellona a metano, il prezzo si sta comunque abbassando, e la tendenza potrebbe invertirsi già nel 2024, prevedono gli esperti. Gli investimenti massicci (linee di produzione di batterie, rete di distribuzione,...) dei grandi gruppi saranno ammortizzati da qui ad allora, e anche senza incentivi, il primo prezzo potrebbe calare sotto la soglia dei 10.000 euro.

400 colonnine. Parliamone, di questa rete elettrica. l’ASPI (Autostrade Per l’Italia) in sinergia con Enel X, promette di installare altri 400 punti ricarica veloci lungo le autostrade del Paese, per fare un “pieno” in meno di 20 minuti. E il tutto garantito da futuri pannelli solari disposti lungo le autostrade. Non sembrano poi tante rispetto alle 20.000 colonnine già presenti nelle città, ma queste 400 erano proprio il tassello mancante per collegare tutta l’Italia e far cadere l’ultimo alibi del petrolio: l’autonomia.

6 auto blu su 10. Con queste proporzioni, la Norvegia è leader europeo dell’elettrificazione del parco auto, seguita dalla Svezia con il 20% di macchine a ioni. In Francia e in Germania, si immatricolano in un mese tante auto elettriche quanto in un anno intero in Italia. Il bel paese è il fanalino di coda, per colpa di un parco auto vecchio, un consumatore medio meno incline a spendere, e finora pochi incentivi o pressioni sui costruttori. Ma c’è speranza. L’elettricità in Italia è rinnovabile al 37%, ovvero le auto elettriche inquineranno molto meno e, tenendo conto anche della produzione energetica, ci sono tutte le condizioni per una rivoluzione: basterà sensibilizzare un po’ tutti gli attori.

40 per cento di sconto per l’acquisto di un’elettrica, sotto i 30.000 euro. La nuova legge di bilancio intende convertire gli irriducibili. A questo prezzo trovate la Peugeot e-208, l’Opel Corsa-e, la futura Dacia Spring, ma da non perdere sarà soprattutto la nuova Fiat 500e, a soli 26.000 euro da listino. C’è anche l’eco-bonus, con il 50% di detrazione in 5 anni su qualsiasi modello. Nel 2021 magari questa Punto del 1990 la rottamiamo, che ne dite?

Potrebbero Interessarti: